Premio italo-tedesco
per la traduzione

Cerimonia di consegna del premio

Il 2 marzo 2011, nella cornice del Bode Museum di Berlino si è svolta la cerimonia di consegna del Premio italo-tedesco per la traduzione. L’Incaricato del Governo Federale per gli Affari Culturali e i Media assieme all’Ambasciatore italiano a Berlino hanno consegnato le pergamene a Barbara Kleiner (miglior traduzione), Maja Pflug (opera omnia) e Julika Brandestini (miglior esordiente), vincitrici dell’edizione 2011.



 

 

Galleria fotografica della cermonia

Foto: Jochen Eckel

Il Sottosegretario alla Cultura Bernd Neumann (Ministero Federale per la Cultura e i Media) conferisce il Premio italo-tedesco per la traduzione a Barbara Kleiner, a destra l’Ambasciatore italiano Valensise.
Il Sottosegretario alla Cultura Bernd Neumann (Ministero Federale per la Cultura e i Media) conferisce il Premio italo-tedesco per la traduzione a Julika Brandestini, a destra l’Ambasciatore italiano Valensise.
Il Sottosegretario alla Cultura Bernd Neumann (Ministero Federale per la Cultura e i Media) conferisce il Premio italo-tedesco per la traduzione a Maja Pflug, a destra l’Ambasciatore italiano Valensise.
Il Sottosegretario alla Cultura Bernd Neumann (Ministero Federale per la Cultura e i Media) conferisce il Premio italo-tedesco per la traduzione, a sinistra l’Ambasciatore italiano Valensise e signora, a destra Dott. Bolaffi, Istituto Italiano di Cultura.
Julika Brandestini, l’Ambasciatore italiano Valensise, la Presidente della giuria Maike Albath, il Sottosegretario alla Cultura Bernd Neumann, Barbara Kleiner, Maja Pflug.
Il Sottosegretario alla Cultura Bernd Neumann (Ministero Federale per la Cultura e i Media) conferisce il Premio italo-tedesco per la traduzione a Maja Pflug, a destra l’Ambasciatore italiano Valensise.